• "Why fall in love with life, if I´m gonna marry death?"

Iniziativa 3: Reintegrazione nell'ambiente sociale e lavorativo

Descrizione breve

3

Descrizione dettagliata di questa parte del progetto

Per giovani, che vivono e crescono in un ambiente talmente violento e problematico, è facile che loro stessi scivolino nella criminalità e diventino parte di bande ed associazioni criminali. Noi vogliamo aiutare i giovani venuti in conflitto con la legge (p.e. giovani membri di bande criminali), ma anche adolescenti provenienti da situazioni familiari difficili (bambini della strada, prostitute o vedove adolescenti) e sostenerli, affinché possano condurre una vita “normale”. Nell’ambito di questa terza parte del progetto vogliamo dare a questi giovani una nuova chance, offrendo u possibilità di lavoro, assistenza psicologica, formazione e attività nel loro tempo libero.
 

La terza parte del progetto mira ad offrire a giovani entrati in conflitto con la legge, come anche a giovani che si trovano in situazioni particolarmente gravose, la possibilità di una formazione e quindi di un possibile posto di lavoro. Tutto questo avviene in stretta collaborazione con l’organizzazione partner locale “AMA - Asociación Manos que te Apoyan„. Già da anni AMA segue giovani ex-detenuti, dopo che questi hanno scontato la loro pena (nella maggior parte si tratta di componenti di bande giovanili) ed è impegnata ad aiutarli lungo il loro percorso di reinserimento sociale. Purtroppo da parte dello stato l’offerta di programmi di risocializzazione è quasi inesistente. In particolare il governo attuale tende a perseguire nella lotta contro la criminalità organizzata in primo luogo una strategia di repressione, tagliando quindi i fondi ai pochi programmi di reintegro sociale esistenti o cancellandoli del tutto. Il compito di assistere e di aiutare questi giovani a reintegrarsi nella società rimane quindi quasi interamente a carico di poche NGO, che a loro volta devono fare i conti con risorse finanziare spesso molto limitate. I destinatari principali dell’assistenza fornita nell’ambito di questa iniziativa sono quindi giovani che, dopo aver scontato la loro pena, vorrebbero iniziare una nuova vita, ma che spesso si ritrovano da soli. Non meraviglia quindi che la quota di ex detenuti recidivi risulta alquanto alta. In più AMA consente l’ammissione ai propri programmi di assistenza anche a giovani che, benché non divenuti criminali, risultano emarginati dalla società a causa delle loro condizioni di vita precarie e che senza opportuno sostegno non sarebbero più in grado di tornare a condurre una vita autodeterminata. Tra questi si trovano bambini di strada, ex-prostitute, come anche giovani vedove con bambini, i cui amici o mariti sono stati assassinati. Presupposto per l’ammissione ai programmi sono colloqui intensivi con psicologi, operatori sociali e i coordinatori di AMA. Inoltre i giovani dovranno vincolarsi per l’intera durata del programma ad accettare aiuto psicologico. Durante colloqui personali o di gruppo potranno elaborare esperienze traumatiche del passato e imparare a relazionarsi nuovamente in modo positivo con altre persone.


I programmi di reinserimento lavorativo già da diversi anni vengono svolti in collaborazione con datori di lavoro privati locali. Per le attività aggiuntive AMA è invece costretta a far affidamento a partner esterni. Questo anno tale compito verrà assunto da AMIKARO. Le attività elencate di seguito verranno svolte con il sostegno di AMIKARO, come già negli anni precedenti, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza e ampliare il servizio, anche per consentire in questo modo ad AMA negli anni a venire di proseguire con queste attività nel modo più autonomo possibile.

 

Attività 1: Formazione per i giovani


Durante le attività di formazione, previste due volte al mese per un pomeriggio intero all’interno dell’organizzazione, verrà affrontato un ampio spettro di tematiche: sessualità e prevenzione, fiducia, rispetto, machismo, ruolo di genere, diritti umani. Inoltre sono previsti lavori di gruppo nel corso dei quali i giovani potranno imparare a relazionarsi in maniera rispettosa e fiduciosa.
Nel corso dell’anno sono previsti 24 workshop per 25 giovani.

 

Attività 2: Escursioni per giovani a rischio nell’ambito del processo di risocializzazione


Nel corso dell’anno sono previste alcune escursioni con i giovani partecipanti. Grazie a queste escursioni potranno sfuggire per un po’ alla triste realtà della capitale e conoscere insieme ad altri giovani meglio la loro patria. Molti dei giovani non hanno mai lasciato la città e non conoscono la varietà culturale e naturale del proprio paese. Le escursioni rappresentano quindi una buona possibilità per interagire con altri, sorreggersi a vicenda, vivere esperienze comuni, scambiarsi fra di loro ed in più imparare cose nuove sulla propria identità culturale. Le escursioni sono previste 4 volte all’anno (quindi ogni 3 mesi circa) e porteranno i giovani a varie località del paese. In tale occasione saranno accompagnati da operatori sociali e psicologi, che forniranno anche una componente pedagogica, nel corso della quale verranno affrontati temi importanti per il processo di reintegro sociale.
Possibili mete delle escursioni sono:

  • Tikal: una delle località storiche più importanti per la cultura Maya; nonostante questo la maggior parte dei quatemaltechi non può permettersi la visita di tale luogo.
  • Una escursione potrebbe portare in montagna, nell’altopiano guatemalteco, dove la cultura indigena ancora oggi è molto presente e può essere vissuta dal vivo.
  • Livingston alla costa caraibica: qui vi è la possibilità di conoscere la cultura di un’altra minoranza guatemalteca, i Garifuna
  • Una escursione potrebbe portare anche alla costa pacifica, dove esiste la possibilità di lavoro terapeutico con tartarughe marine

 

Attività 3: Assistenza psicologica


È molto importante offrire ai giovani la possibilità di ricevere assistenza psicologica quando necessaria. Al momento servirebbe un’assistente in più per coprire il fabbisogno. AMIKARO assisterà per un anno alla creazione della posizione part-time di una psicologa o di uno psicologo. Inoltre nel corso di quest’anno, insieme ad AMA, si impegnerà a trovare nuove risorse finanziarie per poter supportare tale posizione anche nei prossimi anni.


Attività 4: T-Shirt per i giovani partecipanti


In aggiunta alle attività menzionate è previsto l’acquisto e lo stampo da parte di AMIKARO di T-shirt apposite, che i partecipanti al progetto negli anni venire potranno indossare in occasione delle loro attività nelle aziende partecipi. Questo da un lato rafforza lo spirito di comunità ed inoltre contribuisce a rendere più nota l’organizzazione AMA. In più molti dei giovani dispongono di un guardaroba molto limitato, per cui non di rado non possono o non vogliono indossare il loro vestiario, anche per paura di sporcarlo o danneggiarlo.

 

Indietro (Formazione per detenuti)     |     Inizio